Categories: Mobilità ciclabile, News579 words2,2 min read

L’impatto dei limiti di velocità a 30 km/h: esperienze europee a confronto

Negli ultimi decenni, il limite di velocità di 30 km/h è stato introdotto in diverse città europee, estendendosi non solo a zone residenziali ma anche all’intera città, ad eccezione delle strade più trafficate. Questa misura ha dimostrato di migliorare la sicurezza stradale e di favorire una maggiore consapevolezza da parte dei cittadini. Una ricerca effettuata da Laszlo Arato di EUrologus ci dà un’immagine più approfondita della situazione in diverse città europee.

Graz: 30 anni di esperienza

A Graz, in Austria, il limite di 30 km/h è stato introdotto nel 1992, coprendo l’80% delle strade della città. Questa misura ha portato a una riduzione significativa degli incidenti stradali e ha ricevuto un ampio sostegno dai residenti, che hanno apprezzato la maggiore sicurezza e la riduzione dei costi associati alla sua implementazione.

Helsinki: risultati tangibili

Anche ad Helsinki, in Finlandia, l’introduzione dei limiti di velocità a 30 km/h ha portato a una diminuzione degli incidenti stradali e delle lesioni, soprattutto nelle aree più centrali della città. Il monitoraggio della velocità tramite telecamere ha contribuito ad aumentare il rispetto delle regole del traffico e la percezione di sicurezza da parte dei cittadini.

Bruxelles: sensibilizzazione attraverso il controllo della velocità

A Bruxelles, in Belgio, l’implementazione dei limiti di velocità a 30 km/h ha avuto l’obiettivo principale di migliorare la sicurezza stradale e ridurre il rischio di incidenti mortali o gravi lesioni. Il controllo della velocità tramite telecamere ha svolto un ruolo fondamentale nel garantire il rispetto delle nuove normative e nella sensibilizzazione dei cittadini.

Zurigo: accettato tramite referendum

A Zurigo, in Svizzera, l’introduzione dei limiti di velocità a 30 km/h è stata supportata da un referendum cittadino, evidenziando il sostegno della popolazione locale a questa misura. Questa approvazione democratica ha contribuito a garantire una maggiore adesione ai nuovi limiti di velocità e ha favorito una migliore qualità della vita nelle aree urbane.

Glasgow: eliminare gli incidenti mortali

Anche a Glasgow, in Scozia, l’adozione dei limiti di velocità a 20 miglia all’ora (circa 32 km/h) è stata finalizzata a migliorare la sicurezza stradale e a promuovere forme di trasporto più sostenibili, come il ciclismo e il camminare. Questa iniziativa fa parte di un più ampio impegno per contrastare l’emergenza climatica e ridurre il numero di incidenti mortali entro il 2030.

Germania: città in rivolta

In Germania, molte città desiderano introdurre limiti di velocità più bassi, tuttavia, hanno incontrato ostacoli legali nel farlo. Nonostante ciò, diverse città hanno avviato iniziative per richiedere una maggiore autonomia nella definizione dei limiti di velocità, evidenziando il crescente sostegno a una mobilità urbana più sostenibile e sicura.

Italia: una transizione graduale

In Italia, i limiti di velocità a 30 km/h sono stati implementati gradualmente in diverse città, con il supporto di sondaggi e consultazioni pubbliche. Questa transizione progressiva ha permesso una maggiore accettazione da parte dei cittadini e ha favorito una migliore pianificazione urbana, con un’attenzione particolare alla sicurezza stradale e alla qualità della vita.

Budapest: obiettivi di unificazione

Anche a Budapest, in Ungheria, sono in corso iniziative per standardizzare i limiti di velocità e migliorare la sicurezza stradale in tutta la città. Questo processo di unificazione mira a ridurre il numero di incidenti mortali e promuovere forme di trasporto più sostenibili e sicure per tutti i cittadini.

In conclusione, l’esperienza europea nell’adozione dei limiti di velocità a 30 km/h dimostra i benefici in termini di sicurezza stradale, qualità della vita e sostenibilità urbana. Queste misure sono parte di un più ampio movimento per promuovere una mobilità urbana più sicura, sostenibile e inclusiva per tutti i cittadini.

0 0 voti
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

Ti possono interessare