Categories: Bike Pioneers, News322 words1,3 min read

Omar Di Felice: alla conquista del Polo Sud con ANTARTICA UNLIMITED

AUTORE

Andrea Della Rolle

DATA

Novembre 27, 2023

CATEGORIA
TAG
SHARE

Omar Di Felice, ultraciclista di 42 anni, ha intrapreso una nuova sfida, partendo per la conquista del Polo Sud dopo aver affrontato problemi personali l’anno precedente. Il progetto, denominato “ANTARTICA UNLIMITED”, è parte di un’iniziativa ambientale chiamata “Bike to 1.5”, mirata a sensibilizzare sull’urgenza dei cambiamenti climatici e del surriscaldamento globale. Di Felice ha 60 giorni per completare l’impresa in totale autosufficienza, affrontando oltre 1500 km attraverso i ghiacci del continente antartico, considerato il luogo più inospitale e remoto al mondo. Le avverse condizioni meteorologiche, crepacci e temperature fino a -50 gradi saranno le sfide principali.

Litinerario previsto 1024x768

L’itinerario previsto

Attualmente, Di Felice ha percorso i primi 32 km, con la sua traversata tracciata in tempo reale a questo link: https://live.endu.net/antarcticaunlimited/.

Il percorso inizia da Hercules Inlet, un avamposto per la conquista del Polo Sud, raggiunto dopo una quarantena in Cile e diversi voli. Per i primi 1100 km, si sposterà in direzione est verso il Polo Sud, affrontando una lunga ascesa dato che il Polo Sud si trova a un’altitudine di 2835 metri. Successivamente, si dirigerà verso il Leverett Glacier per poi fare ritorno al Polo Sud, per un totale di circa 1600 km, cercando di completare la sua traversata unica dell’Antartide. Il percorso sarà prevalentemente su superfici ghiacciate, con la necessità di spingere a mano la sua bici e la slitta per tratti lunghi. Unico vantaggio sarà la presenza di 24 ore di luce al giorno.

A livello tecnico, l’attrezzatura comprende una bicicletta FAT BIKE Willer in acciaio leggero, con un peso di 18 kg scarica, di cui 8 kg sono rappresentati dagli pneumatici chiodati. Di Felice ha equipaggiato la bici con Garmin e telefoni satellitari per monitorare costantemente la sua posizione e per eventuali soccorsi. La slitta attaccata alla bicicletta trasporta attrezzature, tra cui un sacco a pelo, una tenda d’alta quota e il cibo, composto da buste liofilizzate, barrette, integratori e vitamine. La mancanza di fonti d’acqua richiederà la fusione della neve, aggiungendo sali minerali per garantire l’idratazione.

0 0 voti
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

Ti possono interessare