Categories: Mobilità ciclabile, News387 words1,6 min read

Bikelane nel CDS e incentivi per la mobilità ciclabile

AUTORE

Andrea Della Rolle

DATA

Aprile 29, 2020

CATEGORIA
TAG
SHARE

Passa attraverso la bici il futuro dei trasporti e sarà il cicloturismo uno dei possibili sbocchi per far rinascere il turismo. Ne abbiamo parlato già negli altri articoli su mobilità ciclabile e innovazione del turismo, e pare che la maggior parte degli interventi per rendere la società nuovamente “vivibile” e i trasporti “sostenibili”, passino dal distanziamento sociale per evitare l’insorgere di nuovi focolai di contagio.

Gli spostamenti nella Fase 2: casa-ufficio

Diverse Amministrazioni comunali, comprese quelle di Torino e Milano, ambiscono ad una fase due in cui saranno contingentati gli spostamenti tramite TPL, per evitare assembramenti, e favoriti gli spostamenti pedonali, con biciclette, elettriche e non, e monopattini. Gran giubilo per chi, come il sottoscritto, pratica (praticava prima dello stop) il #biketowork quotidianamente.

Per le fasi iniziali post 4 maggio, data di inizio della fase 2, saranno impedite le “gite fuori Regione”. Sarà quindi la comunità locale e il turismo locale a beneficiarne: itinerari a corto raggio, magari svolti grazie all’ausilio della bicicletta, potrebbero essere una soluzione per far rivivere il territorio attualmente martoriato dagli ultimi due mesi di lockdown.

Incentivi per l’acquisto di bici, elettriche e non

Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli nel corso di un question time alla Camera ha annunciato la svolta: “Con il decreto legge di prossima adozione – al fine di evitare un incremento non sostenibile del traffico privato e dei relativi problemi di congestione e inquinamento e per decongestionare l’affluenza al trasporto pubblico – ho proposto, d’intesa con il ministro Costa, la promozione di forme di mobilità alternativa, la diffusione della micromobilità elettrica e l’utilizzo di mezzi di trasporto innovativi e sostenibili”.

“Verrà istituito un buono mobilità alternativa, per i residenti nelle città metropolitane e aree urbane con più di 60mila abitanti, pari ad euro 200 euro per l’acquisto di biciclette, anche a pedalata assistita, nonché di veicoli per la mobilità personale a propulsione elettrica, quali segway, hoverboard e monopattini, ovvero per l’utilizzo dei servizi di mobilità condivisa a uso individuale

Aggiornamento del 06 maggio 2020: l’incentivo per l’acquisto di biciclette sarà post vendita e sarà incrementato fino a 500 euro.

Bikelane nel CDS

Altro passo in avanti sarà l’istituzione delle bike lane, corsie con destinazione prioritaria alla circolazione dei velocipedi nella quale è consentita la circolazione anche dei veicoli a motore.

Forse siamo alle prese con un futuro più intelligente?

0 0 voti
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest

1 Comment
Il più vecchio
Più recente I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

[…] il Governo si è impegnato molto, fra modifiche al CDS e incentivi nel nostro Paese che è il più motorizzato […]

Ti possono interessare